IL BATTESIMO


Ogni anno il Signore permette alla nostra comunità parrocchiale di accogliere numerosi bambini, che attraverso la scelta dei genitori ricevono il Sacramento del Battesimo. Sono veri e propri momenti di grazia! È necessario che siano i genitori a chiedere il Battesimo per i loro figli. Attraverso un momento di catechesi viene loro offerta la possibilità di compiere in assoluta responsabilità questa scelta, aiutati dalla presenza dei padrini e delle madrine. La celebrazione del Sacramento avviene ogni seconda e quarta domenica; i genitori concordano col parroco l'ora e la possibilità che il battesimo si celebri durante la S. Messa o fuori della S. Messa.

Fissata la data è necessario presentare certificazione di “stato di nascita civile” ed eventualmente “nulla osta” del parroco per la celebrazione fuori dalla propria parrocchia. Per i padrini e le madrine, scelti dai genitori secondo coscienza, è necessario presentare una certificazione di idoneità secondo la modulistica in allegato.

Un grazie a Donato DI CEGLIE e Maria SARDONE che, con disponibilità e sollecitudine, mettono a servizio della comunità la loro esperienza matrimoniale e famigliare nella preparazione dei genitori, dei padrini e delle madrine al battesimo dei loro figli.

CONFERMAZIONE


La prassi della celebrazione dei Sacramenti nella nostra parrocchia richiede che per la Cresima si sia raggiunto il 13° anno di vita (praticamente mentre a scuola si frequenta la terza media); inoltre, che ci si sia formati attraverso un cammino di catechesi che prende le mosse in età infantile (prima – seconda elementare) e che procede ininterrottamente, attraverso delle tappe che sono esse stesse sacramentali (prima confessione e prima comunione). Durante l'ultimo anno di catechesi è il parroco stesso, con l'aiuto dei catechisti che fino ad allora hanno accompagnato i ragazzi, a provvedere alla loro formazione. Contestualmente viene offerta anche ai genitori e ai padrini/madrine la possibilità di prepararsi alla Cresima dei loro ragazzi. Alla Cresima non è ammesso chi ha frequentato gli incontri di formazione in modo saltuario e chi non dimostra di conoscere gli elementi essenziali della fede; inoltre chi non dimostra di vivere in armonia con gli insegnamenti del Vangelo e la dottrina della Chiesa.

Fissata la data della celebrazione del sacramento è necessario che vengano prodotti i seguenti documenti:
- certificato di battesimo dei cresimandi, qualora non si fosse già in possesso di questo dato;
- per i padrini e le madrine, scelti secondo coscienza dal cresimando e indicati dai genitori: certificazione di idoneità secondo la modulistica in allegato.

Il cammino di preparazione si conclude con una gita-pellegrinaggio sulle tombe degli Apostoli Pietro e Paolo, nelle omonime Basiliche romane.


L'EUCARESTIA

Visitando l'interno della nostra chiesa è possibile leggere queste parole, incise nella pietra alla base dell'altare:
Proprio perché c'è un solo pane, noi, pur essendo in molti, siamo un corpo solo! E quell'unico pane è Gesù Cristo stesso, Pane vivo disceso dal cielo. In ogni parrocchia l'Eucaristia è la celebrazione di questo grande mistero, prolungamento dell'Incarnazione, cioè della scelta del Verbo di abitare in mezzo a noi, e memoriale della Sua passione, morte e risurrezione. La celebrazione dell'Eucaristia diventa centrale nella vita della comunità nella misura in cui ogni membro si ritrova inserito nello stesso mistero di Cristo, dal bambino all'anziano. L'opera di evangelizzazione tende così a far comprendere che senza l'Eucaristia non avremmo nutrimento necessario per il cammino cristiano o per nessuna altra opera di apostolato. La Domenica è il giorno del Signore, nel quale il mistero eucaristico viene celebrato con più solennità. Particolarmente in quel giorno facciamo esperienza dell'unico corpo, ricevendo quell'unico pane! E sono tanti coloro che, in parrocchia hanno fatto la scelta della celebrazione quotidiana dell'Eucaristia, partecipando alla S. Messa delle 19.00. Certo il culto eucaristico non può esaurirsi nella sola celebrazione; è per questo che vengono raccomandati tutti quei momenti di Adorazione Eucaristica personali e comunitari (cfr. pagina degli appuntamenti liturgici nell'area liturgica) durante i quali si ha concretamente la possibilità di stare “faccia a faccia” col Signore. La prassi della celebrazione dei Sacramenti nella nostra parrocchia permette di ricevere l'Eucaristia per la prima volta intorno ai 10 anni (praticamente mentre a scuola si frequenta la quarta classe elementare). La celebrazione della Prima Comunione è un momento di grande gioia che coinvolge tutti. I bambini si preparano a ricevere l'Eucaristia per la prima volta attraverso un cammino di catechesi che comincia da quando hanno circa 6 anni (prima elementare); durante l'anno della prima comunione è offerta anche ai genitori la possibilità di prepararsi adeguatamente alla “prima comunione” dei loro figli.

Fissata la data della celebrazione del sacramento è necessario che vengano prodotti i seguenti documenti:
- certificato di battesimo del bambino, qualora non si fosse già in possesso di questo dato.

Il cammino di preparazione si conclude con una gita-pellegrinaggio a Lanciano, città del Miracolo Eucaristico. Dall'Eucaristia non restano lontani neppure gli ammalati e gli anziani, visitati ogni domenica dai Ministri Straordinari della distribuzione della Comunione e ogni mese circa dal parroco.







- Dichiarazione Idoneità Padrini.pdf

- Date Sacramenti 2012.pdf

- Battesimo.pdf

- Eucaristia.pdf

- Confermazione.pdf






- Chi vuol essere un buon cristiano!
- Sacramenti in generale
- Bibbia Semplice

CONFERMAZIONE

- A domanda . . . risposta!.pdf

EUCARISTIA