IL MATRIMONIO

vuoi essermi fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia e amarmi e onorarmi tutti i giorni della mia vita?
Accogliersi, essersi fedeli, amarsi in ogni situazione di vita … sono i gesti concreti alla base dell'amore coniugale. Il Catechismo della Chiesa cattolica parla di una volontà di donarsi mutuamente e definitivamente, allo scopo di vivere un'alleanza d'amore fedele e fecondo. Per il cristiano non c'è matrimonio che non sia per ciò stesso sacramento. È il Sacramento che dona agli sposi cristiani la grazia di amarsi con l'amore con cui Cristo ha amato la sua Chiesa. La celebrazione delle nozze al modo cristiano chiede, dunque, un cammino di riconoscimento della presenza di Dio nella propria vita e nella vita di coppia. Riconoscimento che implica la fede e l'ascolto, che non si improvvisa, piuttosto si matura grazie alle esperienze che si fanno, all'ascolto della Parola, alla preghiera, al confronto fraterno nella comunità cristiana. Un cammino di fede sincero è un presupposto indispensabile per una fruttuosa celebrazione del Sacramento che non si riduca a vuota ritualità. In parrocchia i fidanzati sono aiutati in questo cammino da un nutrito gruppo di famiglie e specialisti del consultorio famigliare EPASS. Sono guide indispensabili, che si pongono al loro fianco con semplicità e voglia di comunicare la loro esperienza di fede vissuta in famiglia. La celebrazione del matrimonio non è fatto individuale, ma riguarda tutta la comunità; la data della celebrazione va, perciò, concordata col parroco. Per ulteriori approfondimenti e precisazioni si rimanda agli allegati di questa pagina.
 
L'ORDINE SACRO

Il sacramento dell'Ordine è conferito mediante l'imposizione delle mani seguita da una preghiera consacratoria solenne che chiede a Dio per l'ordinando le grazie dello Spirito Santo richieste per il suo ministero. L'ordinazione imprime un carattere sacramentale indelebile. La Chiesa conferisce il sacramento dell'Ordine soltanto a uomini (viris) battezzati, le cui attitudini per l'esercizio del ministero sono state debitamente riconosciute. I ministri ordinati (cfr. pagina i sacerdoti) sono sostenuti dalla continua preghiera dei fedeli, che innalzano al Signore anche la preghiera per le vocazioni perché non manchino nella Chiesa buoni e santi sacerdoti, secondo l'invito del Signore: pregate il padrone della messe, perché mandi operai nella sua messe.






- MATRIMONIO.pdf

- PRATICA PREMATRIMONIALE.pdf

- ORDINE SACRO.pdf